La storia dell’ Odissea


In origine l’Odissea era un battello commerciale. Il capitano Yorgos di Sparta ebbe l’originale idea di trasformarlo in un antico vascello di guerra, riproduzione di una pentaremi greca.

Convinto che Lefkada fosse l’antica Itaca, si sposta a lavorare a Lefkada nella darsena di Vlihò.

Il tempo passò in fretta e il capitano non fu più in grado di sostenere nè fisicamente nè economicamente il peso degli impegni. Con tristezza dovette ammettere che il suo sogno di navigare con l’Odissea non gli sarebbe stato possibile.

la loro devozione e dedizione furono di valore inestimabile

 

Gerasimos, dopo parecchi anni per mare con le barche di famiglia, determinato a seguire il richiamo dell’Odissea, decise che la sua passione sarebbe diventata una professione.

Con il sostego di sua moglie Mariedo, si avvia a completare i lavori e portare a termine il progetto legato all’Odissea.

 

 

Per anni nella darsena di Vliho, ore ed ore di duro lavoro, di pena, di ansia e disperazione non fermano Gerasimos e Mariedo; la loro devozione e dedizione sono stati di inestimabile valore e hanno portato al brillante risultato ancora oggi visibile.

 

Il battello è a norma secondo i più aggiornati parametri europei di sicurezza e di sanità, con tutte le certificazioni a posto. I salvagenti a bordo, in tutte le misure, sono disponibili per ogni passeggero. Il numero dei passeggeri essendo limitato, non si verifica mai affollamento .

La storia dell’ Odissea

In origine l’Odissea era un battello commerciale. Il capitano Yorgos di Sparta ebbe l’originale idea di trasformarlo in un antico vascello di guerra, riproduzione di una pentaremi greca.

Convinto che Lefkada fosse l’antica Itaca, si sposta a lavorare a Lefkada nella darsena di Vlihò.

Il tempo passò in fretta e il capitano non fu più in grado di sostenere nè fisicamente nè economicamente il peso degli impegni. Con tristezza dovette ammettere che il suo sogno di navigare con l’Odissea non gli sarebbe stato possibile.

la loro devozione e dedizione furono di valore inestimabile

Gerasimos, dopo parecchi anni per mare con le barche di famiglia, determinato a seguire il richiamo dell’Odissea, decise che la sua passione sarebbe diventata una professione.

Con il sostego di sua moglie Mariedo, si avvia a completare i lavori e portare a termine il progetto legato all’Odissea.

Per anni nella darsena di Vliho, ore ed ore di duro lavoro, di pena, di ansia e disperazione non fermano Gerasimos e Mariedo; la loro devozione e dedizione sono stati di inestimabile valore e hanno portato al brillante risultato ancora oggi visibile.

 

 Il battello è a norma secondo i più aggiornati parametri europei di sicurezza e di sanità, con tutte le certificazioni a posto. I salvagenti a bordo, in tutte le misure, sono disponibili per ogni passeggero. Il numero dei passeggeri essendo limitato, non si verifica mai affollamento .